Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Tariffa da 25mila euro

Pizzo al cantiere, arrestati affiliati ai D'Alessandro

Tratti in arresto da due carabinieri nelle vesti di operai

.

Pizzo al cantiere, arrestati affiliati ai D'Alessandro
30/08/2012, 10:06

Il 5% del profitto per lavorare tranquilli. Non avevano tassi esosi i riscossori del clan D’Alessandro di Castellammare di Stabia, ma pretendevano pagamenti puntuali. E, con la medesima puntualità che contraddistingueva il loro illegale guadagno, si sono presentati questa mattina in un cantiere edile di via Panoramica, strada che congiunge il comune stabiese ad altri paesini della costiera sorrentina. La somma richiesta il giorno prima a chi stava lavorando alla ristrutturazione di una villa privata era di 25.000 euro, su un compenso totale di 500mila euro. Esattamente il 5%, come da tariffa fissa. Ad attenderli, però, c’erano due militari del nucleo investigativo di Torre Annunziata che, travestiti da operai del cantiere, li hanno prima accolti e poi tratti in arresto. Ad avvisare i carabinieri era stata la vittima, il direttore dei lavori, che il giorno precedente aveva denunciato il fatto. Gli arrestati, Dario Abbruzzese, di 27 anni e Vincenzo Spista, di 20 anni, entrambi del luogo e già noti alle forze dell'ordine, sono stati condotti nell'istituto penitenziario di Secondigliano.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©