Cronaca / Nera

Commenta Stampa

‘Pizzo’ per i carcerati, arrestato complice del minorenne


‘Pizzo’ per i carcerati, arrestato complice del minorenne
13/05/2010, 16:05

TORRE DEL GRECO - I carabinieri della Stazione Centro hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto Longobardi Andrea, 20 anni, del luogo, incensurato, ritenuto responsabile di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso in concorso con il 16enne arrestato l’11 maggio. Proseguendo le indagini che l’11 maggio avevano portato all’arresto in flagranza del 16enne del corso resina già noto alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio (il minorenne era stato arrestato per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso mentre cercava di imporre il “pizzo”, il “regalo per i carcerati”, in sintesi, il pagamento del 3% della commessa dei lavori al titolare di una ditta edile con cantiere attivo in via Cimaglia per la ristrutturazione di un fabbricato), i militari dell’arma sono riusciti ad identificare anche un complice del minore, Andrea Longobardi, che in diverse occasioni lo aveva accompagnato al cantiere per avanzare la richiesta estorsiva facendo il nome di un esponente di spicco della locale criminalità organizzata e per prospettare che in caso di “mancato inadempimento” non sarebbe stata data la necessaria “autorizzazione a proseguire tranquillamente l’attività”.
Andrea longobardi, che è stato riconosciuto durante individuazione fotografica, dopo le formalità di rito in caserma è stato associato alla Casa Circondariale di Poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©