Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Platani infestati da cimici al Vomero


Platani infestati da cimici al Vomero
08/09/2010, 10:09


NAPOLI - Complici il caldo e l’afa, ancora una volta i platani del Vomero sono infestati da miriadi di cimici, come testimoniano le chiazze biancastre presenti sulle foglie (nella foto). La segnalazione parte ancora una volta da Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, che ha raccolto le proteste di numerosi cittadini. "A parte il danno al patrimonio arboreo – afferma Capodanno – anche per l’abbattimento e la rimozione di numerosi platani malati non sempre sostituiti da nuove essenze, i danni causati ai malcapitati cittadini non sono affatto da sottovalutare dal momento che le punture di questi insetti sembra che comportino non pochi fastidi". "Il fenomeno è vecchio – continua Capodanno -. Difatti già si presentò nel 1987 e puntualmente si ripresenta ogni anno anche per la mancanza d’interventi atti a debellarlo completamente".
“Difatti la potatura dei platani – afferma Capodanno – non serve affatto ad eliminare il fenomeno dal momento che l’insetto, il cui nome scientifico è corythuca ciliata, oltre che sulle foglie vive anche sotto la corteccia, proliferando con un ritmo di 200 uova per ciascuna femmina e per un ciclo di 45 giorni. Per questo non è possibile combatterlo con i normali pesticidi, peraltro dannosi anche per l’uomo". “Anni addietro – conclude Capodanno –, di fronte all’ennesimo accentuarsi del fenomeno durante il periodo estivo, fu interpellato il dipartimento di entomologia della facoltà di agraria di Portici. Sembra che il metodo più efficace per combattere la fastidiosa cimice sia, per così dire, naturale utilizzando, per eliminarla, gli stessi parassiti dell’insetto che vengono posti sulle piante infestate". Ma quando ancora dovranno aspettare i vomeresi perché l’amministrazione comunale si decida a risolvere definitivamente il problema? E questa la domanda che Gennaro Capodanno pone nell’occasione al sindaco di Napoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©