Cronaca / Sesso

Commenta Stampa

Nel tentativo di rilanciare le vendite

Playboy sarà senza nudi in futuro


Playboy sarà senza nudi in futuro
13/10/2015, 20:25

Dal 1953, anno in cui Hugh Hefner pubblicò il primo numero, la rivista Playboy è stata sinonimo di donne nude o seminude in posizioni provocanti, per la felicità e l'immaginazione degli uomini. Ma, secondo quanto riferisce il New York Times, non sarà più così. Playboy diventerà una rivista dove non ci saranno più nudi, ma ci saranno più articoli. 

Una svolta, su cui lo stesso Hefner pare sia d'accordo, resa necessaria dal crollo delle copie vendute: dai 5,6 milioni del 1975 alle 800 mila di adesso. Con in più Internet, che consente di trovare le ragazze più belle e nude con un semplice click. 

Eppure su quella rivista ci sono passati fior di nomi, da Marilyn Monroe a Madonna, da Naomi Campbell a Cindy Crawford, da Sharon Stone a Farah Fawcett. E' difficile trovare il nome di una bella donna del mondo dello spettacolo che non abbia accettato di mostrare le proprie grazie su Playboy. Ma ora questo non accadrà più...

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©