Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

PNEUMATICI SULL'ARENILE STABIESE


PNEUMATICI SULL'ARENILE STABIESE
12/01/2009, 08:01

Cimitero di pneumatici di auto sull’arenile stabiese”. La denuncia parte da associazioni, cittadini ed esponenti politici. «Spesso – spiega Luigi, dipendente statale in pensione – sono solito percorrere il lungomare antistante la villa comunale ed in più di una occasione ho potuto notare la presenza di una distesa impressionante di pneumatici di automobili abbandonati sull’arenile stabiese e lasciati all’incuria più generalizzata. E’ un fatto davvero inaccettabile – aggiunge - che può produrre evidenti danni non solo allo splendito panorama turistico della zona, ma anche all’ambiente. Infatti, in più di una occasione – continua - capita di scorgere che tali gomme di pneumatici sono dati alle fiamme e così sprigionano sostanze tossiche nell’ambiente». Una vicenda che subito ha allertato il Circolo della Libertà di Castellammare di Stabia, che si è mobilitato al fine di chiedere un immediato intervento da parte dell’amministrazione comunale. «Abbiamo ricevuto – spiega Antonio Sicignano, vicepresidente dei Circoli della Libertà della Campania e presidente del Circolo stabiese - una segnalazione fotografica nell’ambito del portale internet “S.O.S. Cittadino” presente nel nostro sito. Abbiamo visionato la zona e siamo rimasti davvero sgomentati dalla visione di un vero e proprio cimitero di pneumatici. E’ davvero inaccettabile – continua - che l’arenile stabiese sia invaso da cotanto materiale inquinante e, pertanto, occorre capire se esso sia stato riversato da ignoti o dal mare». Conclude Sicignano: «io credo che per arginare il fenomeno dello sversamento indiscriminato di rifiuti si debba smetterla con i proclami e fare ricorso a strumentazioni tecnologiche, quali i rilievi satellitari e le telecamere, da posizionarsi nei posti più sensibili».  

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©