Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Polemica sul 113, COISP: rispetto per chi lavora


Polemica sul 113, COISP: rispetto per chi lavora
16/03/2011, 17:03

Napoli – “Qualche giorno fa su alcuni quotidiani cittadini è apparso un articolo in cui un cittadino napoletano denunciava il mancato intervento della Polizia in seguito ad una richiesta fatta all’utenza di emergenza 113 in cui veniva segnalata la presenza di ladri all’interno del proprio appartamento. La Segreteria Regionale del sindacato di polizia Coisp, capeggiata da Raimondi Giuseppe , ha stigmatizzato l’accaduto divulgano un proprio comunicato . Questa rappresentanza sindacale intende esprimere la massima solidarietà ai colleghi tutti, ed in questo caso al collega interessato, che prestano quotidianamente il delicato servizio di operatore 113. Infatti, è storia certa e statisticamente provata, che gli stessi operatori 113 sono continuamente, letteralmente, tartassati da telefonate di mitomani e buffoni vari che non avendo null’altro di meglio da fare ritengono opportuno interferire con il difficile e delicato compito degli operatori 113, costringendo talvolta i colleghi a richiedere il maggior numero possibile di notizie utili al buon fine dell’intervento, per evitare eventuali ed intenzionali distoglimenti di unità operative. Questi ultimi, oltre a svolgere il loro compito istituzionale con profonda dedizione ed abnegazione nonché professionalità, quotidianamente si trovano a dover fornire assistenza anche psicologica ai vari interlocutori, molti dei quali chiamano anche solo per ricevere qualche parola amica.”. Così un comunicato del COISP di Napoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©