Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Polizia arresta senegalese ma i passanti si oppongono


Polizia arresta senegalese ma i passanti si oppongono
09/11/2011, 10:11

Ieri pomeriggio, gli agenti del Commissariato di Polizia “Montecalvario”, hanno arrestato K.G., 20enne cittadino senegalese, residente a Davoli (Cz), per resistenza a pubblico ufficiale. Lo straniero è stato altresì denunciato per ricettazione e commercio di prodotti con segni falsi.

L’arresto è avvenuto in Via Toledo, all’altezza di Piazzetta Augusteo, dove i poliziotti hanno sorpreso il senegalese mentre era intento a vendere delle borse esposte su un lenzuolo bianco poggiato sul manto stradale.

All’atto del controllo, il 20enne ha reagito colpendo gli agenti al petto e dandosi alla fuga. Gli agenti si sono pertanto posti al suo inseguimento al termine del quale il giovane è stato bloccato con non poche difficoltà. Ha infatti opposto una strenua resistenza riuscendo con le proprie sole forze a trascinare a terra i poliziotti provocandogli diverse lesioni.

Durante le concitate fasi dell’arresto, il giovane senegalese, al fine di guadagnarsi un’agevole fuga, ha iniziato ad attirare l’attenzione dei numerosi passanti urlando aiuto.

In pochi attimi si è formata una ressa di cittadini che ha iniziato ad esprimere commenti negativi sull’operato dei poliziotti. Un uomo brizzolato ha poi iniziato a scattare delle foto con un telefonino. Interrogato sul suo operato ha dichiarato che i poliziotti stavano commettendo un abuso e che avrebbe messo le foto sul web. Ha quindi iniziato a criticarne l’operato proprio mentre procedevano al non agevole arresto di Gaye. A questo punto i poliziotti gli hanno chiesto i documenti sottolineandogli che stava ostacolando il loro operato. L’uomo, che poco prima aveva affermato di essere un avvocato e poi un docente universitario, ha iniziato ad urlare che la Polizia stava commettendo un abuso anche nei suoi confronti. La folla si è quindi contrapposta tra lui e gli agenti consentendogli di dileguarsi in pochi attimi.

Il cittadino senegalese è stato quindi arrestato e la merce posta in vendita, borse riportanti il marchio di prestigiose case di moda, è stata interamente posta sotto sequestro.

I poliziotti si sono poi recati presso l’Ospedale Pellegrini dove sono stati medicati per le ferite riportate: i medici li hanno giudicati guaribili in 4 giorni.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©