Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La cerimonia a Napoli

Polizia: domani intitolazione caserma ad appuntato Giovanni Pomponio


Polizia: domani intitolazione caserma ad appuntato Giovanni Pomponio
09/04/2010, 10:04


NAPOLI - Domani alle 10,30 avrà luogo la cerimonia di intitolazione della Caserma ubicata nello scalo ferroviario di Napoli Centrale, alla memoria dell’Appuntato del disciolto Corpo delle Guardie di P.S. Giovanni Pomponio, Medaglia d’Oro al Valor Civile. L’intitolazione della Caserma con l’apposizione della targa è scaturita dall’episodio criminoso di cui è stato vittima l’Appuntato del disciolto Corpo delle Guardie di P.S. Giovanni Pomponio.  Nella mattinata del 28 ottobre 1975, durante il servizio di vigilanza dinanzi all’ingresso della Cassa di Stazione di Napoli Smistamento di via Gianturco, venne aggredito da alcuni malviventi armati, appartenenti alla denominata “banda di catanesi”, residenti a Torino e che operavano in “trasferta” con coperture napoletane, perpetrando numerose rapine. In quella giornata, infatti, dovevano essere pagati gli stipendi per duemila dipendenti delle Ferrovie dello Stato, per un totale di circa mezzo miliardo delle vecchie lire. Reagì con prontezza e determinazione cercando di impedire a tutti i costi l’assalto alla Cassa, uno dei banditi gli sparò un colpo di pistola alla nuca. L’Appuntato Pomponio fu trasportato all’Ospedale Loreto Mare e sottoposto ad un intervento operatorio “in extremis”, ma la sua vita si spense dopo tre giorni di atroce agonia, a soli cinquantacinque anni, lasciando i due figlioli: Giuseppe, studente universitario, ed il piccolo Sergio che frequentava la scuola media inferiore. La mattinata del 28 ottobre, era praticamente il suo ultimo servizio di vigilanza e scorta valori poiché aveva chiesto la licenza pre – congedo, a decorrere dal 3 novembre. Si era, infatti, arruolato nel Corpo nel novembre del 1940 e vi aveva prestato servizio ininterrottamente per trentacinque anni. Con l’intitolazione della Caserma, si vuole rendere testimonianza, merito e riconoscenza all’immane sacrificio dell’Appuntato Giovanni Pomponio che ha difeso fino all’estremo i valori di attaccamento allo Stato ed alle sue Istituzioni, nonché di essere stato fulgido esempio per tutti gli appartenenti alla Polizia di Stato ed in particolar modo alla Specialità di cui era fiero ed orgoglioso appartenere, la Polizia Ferroviaria.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©