Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Polizia Municipale, sospeso tassista per uso di sostanze stupefacenti


Polizia Municipale, sospeso tassista per uso di sostanze stupefacenti
01/11/2012, 10:30

Sospensione della licenza e deferimento all’autorità giudiziaria di un tassista per l'assunzione durante la guida di sostanza stupefacenti. Questo l’esito dell’operazione portata a termine dal personale della U.O. Radiomobile ed Infortunistica della Polizia Municipale.

A seguito di un esposto di un cittadino nel quale si denunciava il comportamento scorretto, violento e minaccioso  tenuto dal tassista nello scorso mese di luglio, una pattuglia della Polizia Municipale fermava il taxi segnalato con a bordo il solo autista. Il taxista, C.L., che già mostrava sintomi  come occhi lucidi e midriasi pupillare, veniva sottoposto al controllo delle sostanze stupefacenti mediante Narcotest attraverso analisi di un campione di saliva.
In considerazione della necessità di procede ad urgentissimi atti di accertamento,vista la modificazione degli effetti con il trascorrere del tempo, il conducente veniva informato della facoltà di farsi assistere da un difensore di fiducia ma lo stesso rinunciava. Il test eseguito in loco dava risultato positivo alle sostanze COC (Cocaina) e THC (Tetraidrocannabinoidi), il tasso alcolemico risultava invece negativo.
Il tassista veniva pertanto accompagnato presso l'Ospedale San Paolo per il prelievo di rito dei liquidi biologici ai fini di un accertamento qualitativo e quantitativo. Gli esiti dell'esame tossicologico confermavano la presenza di sostanze appartenenti alle famiglie della cocaina e cannabinoidi.

Pertanto al conducente C.L veniva ritirata la patente ed inviata alla Prefettura per la sanzione accessoria, nonchè si procedeva al sequestro del veicolo finalizzato alla confisca ed il taxista veniva deferito all'Autorità giudiziaria per violazione dell'Art.187 del Codice della Strada.
Si procedeva tra l'altro al ritiro della licenza d'autopubblica da piazza  ed al suo invio presso gli uffici competenti dell'Amministrazione Comunale che ne disponevano la sospensione immediata per insussitenza temporanea del possesso dei requisiti professionali come previsto dal relativo Regolamento Comunale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©