Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Polizia, quarta edizione del Premio Ammaturo

Un appuntamento per ricordare la tragica scomparsa.

.

Polizia, quarta edizione del Premio Ammaturo
15/07/2013, 13:00

NAPOLI - Sono trascorsi trentuno anni dal massacro di piazza Nicola Amore, dove furono uccisi l'allora capo della Squadra mobile Antonio Ammaturo e il suo agente di scorta, Pasquale Paola. Era il pomeriggio del 15 luglio 1982 quando un commando delle Brigate rosse entrò in azione uccidendo Ammaturo mentre si stava recando in questura, colpendo fatalmente anche Paola. La polizia ha celebrato anche quest'anno l'anniversario della sua morte, ricordando l'esempio del grande lavoro svolto da Ammaturo, medaglia d'oro al valor civile. Due corone di fiori sono state deposte sotto la lapide che ricorda il barbaro omicidio dei due agenti. Il capo della Squadra mobile Ammaturo è stato ricordato alla presenza del vicecapo della Polizia, direttore centrale della Polizia criminale, prefetto Francesco Cirillo, dal questore di Napoli Luigi Merolla, dal presidente del Tribunale di Napoli Carlo Alemi e da altre autorita' civili e militari. Alla cerimonia presenti le tre figlie di Antonio Ammaturo. Il premio, assegnato ad uno dei sei uffici investigativi particolarmente distintosi per la sua attività, anche quest'anno è stato realizzato dall'artista napoletano Lello Esposito, scultore e pittore.

Commenta Stampa
di Armando Brianese
Riproduzione riservata ©