Cronaca / Droga

Commenta Stampa

Polizia scopre centrale di confezionamento per le piazze di spaccio


Polizia scopre centrale di confezionamento per le piazze di spaccio
13/03/2010, 13:03

NAPOLI - Una vera e propria “ditta illecita”, per il confezionamento della droga, è quella che è stata scoperta dagli agenti della sezione Narcotici della squadra Mobile di Napoli.

Tre donne e due uomini sono stati sorpresi dai poliziotti mentre, laboriosamente, erano intenti a confezionare circa 2000 dosi di “cocaina”, destinata alle “piazze di spaccio” di Scampia.

Gli agenti, infatti, hanno fatto irruzione, in un’abitazione ubicata al terzo piano di Via dei Reggiolari, nel quartiere S. Pietro a Paterno, arrestando, nella tarda serata di ieri, Rosa ESPOSITO, di 24 anni, Gabriele AIELLO, di 31 anni, Giovanni BIONDI, di 34 anni, Stefania ALBINO, di 36 anni ed Eduardo DISCETTI, di 39 anni, tutti responsabili del reato, in concorso tra loro, di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

I poliziotti, dopo aver circondato l’intero stabile, in maniera fulminea, hanno sorpreso tutti gli arrestati, all’interno dell’appartamento di Stefania ALBINO, mentre erano intorno ad un tavolo in cucina, a confezionare “capsule” di droga.

Inutile il tentativo, da parte di uno degli arrestati, di lanciare dalla finestra una busta di cellophane contenente cocaina, prontamente, recuperata dagli agenti posizionatisi in strada, prevedendo una tale reazione.

Ben kg.1,8 di cocaina, una busta di cellophane contenete sostanza da taglio, alcune cannucce, del tipo usate per bibite, utilizzate per riempire le capsule, due passini in metallo, un frullatore, utilizzato per miscelare la cocaina con la sostanza da taglio e circa 2000 capsule vuote, pronte per essere riempite.

Le circa 2000 dosi di cocaina, una volta immesse sul mercato, avrebbero fruttato all’organizzazione criminale che gestisce l’illecito mercato dello spaccio, un introito pari a circa 600mila euro.

I cinque arrestati sono stati condotti in carcere.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.
Albino
Aiello
Biondi
Discetti
Esposito