Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Poliziotto interviene durante uno scippo e sventa rapina


Poliziotto interviene durante uno scippo e sventa rapina
25/02/2012, 13:02

Ieri mattina, un agente dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Napoli, ha sorpreso L.M. 32enne napoletano, in flagranza di Un furto con destrezza ai danni di una 35enne di Mercato San Severino (SA).

Verso le 12.15, il poliziotto era in servizio di vigilanza all’ingresso dell’edificio dell’Ufficio Immigrazione quando, richiamato da alcune urla, ha notato L.M. che correva tenendo tra le mani una borsa di colore beige. Sospettando che il giovane avesse compiuto qualche reato si è subito posto al suo inseguimento.

Il malvivente aveva appena “scippato” la borsa ad una donna e si stava dirigendo verso un complice che lo attendeva in sella ad un ciclomotore per poi dileguarsi. Il poliziotto è però riuscito a raggiungerlo e ad afferrarlo per un braccio. Nonostante i ripetuti strattonamenti i due sono riusciti a fuggire ma la borsa appena rubata è caduta al suolo. Insieme alla borsa il ladro ha però perso il cellulare che insieme alla borsa è stato subito recuperato dal poliziotto.

La borsa è stata subito restituita alla legittima proprietaria. Il telefono cellulare di L.M. ha poco dopo iniziato a squillare ed al numero chiamante, la rubrica telefonica ha associato la parola “moglie”. Il poliziotto, con un astuto stratagemma, è riuscito a farsi dire il nome del proprietario. Un successivo accertamento ha poi consentito l’individuazione dell’abitazione di residenza. L.M è stato quindi raggiunto, identificato ed accompagnato presso l’Ufficio Immigrazione dove il poliziotto che era intervenuto lo ha riconosciuto senza ombra di dubbio quale l’uomo che con la borsa appena rubata tra le mani era scappato alla sua presa in sella al motociclo del complice.

L.M è stato pertanto denunciato in stato di libertà. Il poliziotto è dovuto ricorrere alla cure dei sanitari che gli hanno riscontrato un trauma distruttivo alla spalla.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©