Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sequestro durato poche ore, sventato dai carabinieri

Poliziotto rapisce ragazzino per debiti di gioco


Poliziotto rapisce ragazzino per debiti di gioco
14/12/2011, 10:12

Nella mattinata di ieri, un agente di polizia, di 44 anni, ha sequestrato per poche ore un quindicenne di Palombara Sabina (Ro). L'agente, impiegato in un ufficio del ministero dell'Interno nell'area amministrativa, conosceva la vittima, era compagno di scuola del figlio. L'agente aveva atteso il ragazzino all'entrata della scuola, intorno alle 8, per poi caricarlo su un furgone approfittando della confusione mattutina che si crea davanti all'entra di scuola. Una volta rapito il 15 enne, il poliziotto si è recato nelle campagne di Palombara Sabina, nascondendosi in un casolrare abbandonato, avanzando cosi ai genitori del ragazzzo la richiesta di riscatto di 75 mila euro. I genitori fortunatamente non si sono fatti prendere dal panico, ed hanno cosi avvertito subito i Carabinieri. I Crarabinieri si sono messi subito all'opera, organizzando un incontro nel primo pomeriggio con il sequestratore ed il padre del ragazzo, che avrebbe dovuto fingere di consegnare il riscatto. Ma il poliziotto all'incontro con il padre del ragazzo sequestrato, si è trovato circondato da carabinieri in borghese che lo hanno arrestato e tratto in salvo il 15enne. Una volta portato in caserma, l'agente ha dichiarato ai carabinieri, che aveva tentato questo gesto estremo perchè aveva debiti di gioco, ed un disperato bisogno di soldi.

Commenta Stampa
di Maurizio Abbruzzese Saccardi
Riproduzione riservata ©