Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I consigli dell’Isvap per risparmiare

Polizze auto sempre più in aumento, soprattutto al Sud


Polizze auto sempre più in aumento, soprattutto al Sud
25/09/2012, 11:03

ROMA  - Un mercato sempre più in aumento quello delle assicurazioni dei veicoli.  I listini della  RC auto,   tra l'aprile di quest'anno e l'aprile 2011, sono cresciuti più del tasso di inflazione (pari al 3,2%), in particolare al Sud: dal 3,6% per un 18enne maschio su ciclomotore di 50 cc al 10,3% per un 18enne maschio su motociclo 250 cc, dal 6,50% per un 40enne maschio alla guida di una auto di 1300 cc al 7,74% per un 55enne maschio alla guida di una auto di 1200 cc.  Il dato è stato rilevato dall'Isvap, che ha esaminato l'andamento dei prezzi su 11 profili di assicurati, registrando aumenti per tutti. L’istituto di vigilanza  sulle assicurazioni private di fronte all’allarme rincari consiglia attraverso un  piccolo decalogo di cinque punti cosa fare per risparmiare.

L'iniziativa, spiega l'istituto di vigilanza in una nota, fa seguito all'incontro del 20 settembre tra l'Autorità e le principali associazioni dei consumatori per fare il punto sulla situazione del mercato e nel quale "é stato confermato l'acuirsi della difficoltà dei cittadini a sostenere il costo delle polizze rc auto".

1) Muoversi con anticipo rispetto alla scadenza della polizza per confrontare le diverse offerte presenti sul mercato. Le imprese sono tenute, ricorda l'Isvap, ad inviare all'assicurato, almeno 30 giorni prima della scadenza della polizza, l'attestato di rischio, documento essenziale per conoscere la propria "storia assicurativa" e per assicurarsi con un'altra impresa. Per il confronto delle offerte uno strumento utile è il Tuo Preventivatore, il servizio di comparazione disponibile sui siti www.isvap.it o www.sviluppoeconomico.gov.it

2) Qualora si trovi un'offerta più conveniente e il contratto già sottoscritto preveda il tacito rinnovo (ossia il rinnovo automatico di anno in anno) è possibile darne disdetta inviando all'agente o all'impresa una raccomandata o un fax 15 giorni prima della scadenza della polizza. Qualora l'impresa abbia comunicato un aumento del premio superiore al tasso di inflazione programmata (l'1,5 % per il 2012 e per il 2013) la disdetta è sempre possibile, fino all'ultimo giorno.

3) Verificare se si ha diritto ai benefici della Legge Bersani, che, in caso di acquisto di una macchina, sia nuova che usata, permette di stipulare la nuova polizza usufruendo della classe di merito più favorevole applicata ad un veicolo già di proprietà dell'assicurato o di un componente del suo nucleo familiare.

4) Nei sinistri per i quali si è riconosciuti responsabili, é possibile evitare l'applicazione del "malus" e il conseguente aumento del premio rimborsando il costo del sinistro: direttamente all'impresa per i sinistri che non rientrano nel risarcimento diretto; alla CONSAP per i sinistri che rientrano nel risarcimento diretto.

5) Ricordare che sul mercato esistono polizze personalizzate che risultano vantaggiose in presenza di particolari condizioni.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©