Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Chiesto il ritiro della procedura di mobilità

Pomigliano, incontro tra management Fiat e sindacati


Pomigliano, incontro tra management Fiat e sindacati
06/11/2012, 21:11

POMIGLIANO – Accuse pesanti sono state riservate da un gruppo di lavoratori, forse della confederazione Cobas, per i segretari regionali e provinciali di Fim, Uilm, Fismic e Ugl al termine di un incontro con il management Fiat. “Siete venduti all’azienda”, ha urlato il gruppo ai sindacati.

Il clima di tensione si è respirato anche nel corso dell'incontro con Antonio Vece, responsabile dell'ufficio legale della Fiat di Pomigliano, ed il capo del personale, Carmine D'Agresti, durante il quale i sindacati hanno chiesto il ritiro della procedura di mobilità per i 19 lavoratori della Newco ed il rispetto dell'accordo separato del 2010.

“La riunione si è svolta in un  clima di preoccupazioni - ha spiegato Giuseppe Terracciano, segretario generale Fim di Napoli - provocato dal clamore e dal significato politico che strumentalmente si sta dando alla sentenza della Corte d'Appello di Roma sulle assunzioni dei lavoratori della Fiom. Le sentenze vanno rispettate, ma è inaccettabile che a pagare siano i lavoratori”.

Una posizione questa, condivisa anche dagli altri segretari sindacali presenti all'incontro, tra cui Luigi Marino dell’Ugl. Quest'ultimo ha sottolineato di aver spiegato ai vertici aziendali anche la sensazione di dispiacere che si avverte tra i lavoratori, che hanno creduto all'accordo e sono stati assunti nella Newco e che ora rischiano di essere messi fuori. 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©