Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

Landini: "Colpa di Cisl e Uil, che appoggiano la Fiat"

Pomigliano: respinto ricorso Fiom, mobilità per 19 operai


Pomigliano: respinto ricorso Fiom, mobilità per 19 operai
22/01/2013, 13:49

POMIGLIANO D'ARCO (NAPOLI) - Il Tribunale di Roma ha respinto questa mattina il ricorso della Fiom che chiedeva il blocco della decisione della Fiat di mettere in mobilità 19 lavoratori di Pomigliano D'Arco come rappresaglia per l'altra sentenza del Tribunale che obbligava la Fiat ad assumere lavoratori della Fiom. 
Ma la sentenza ha scatenato le ire del segretario della Fiom, Maurizio Landini, che ha accusato gli altri sindacati per l'esito di questa sentenza. Infatti una settimana fa Fim, Uilm, Fismic e Ugl hanno firmato un accordo che conferma che a Pomigliano ci sono 2000 esuberi che non possono essere riassorbiti. Questo accordo, secondo Landini, è stato il grimaldello che ha consentito al Tribunale di dire che a Pomigliano è giustificata la messa in mobilità di quei 19 lavoratori. E quindi Landini conferma: "Il tribunale riconferma però che esiste una discriminazione quando dice che i 19 lavoratori della Fiom che sono rientrati al lavoro non possono essere licenziati. Dunque, io credo che il problema non sia la sentenza, il problema sono le altre organizzazioni sindacali che hanno firmato a Pomigliano quel verbale, modificando gli accordi di due anni fa che impegnavano l'azienda a far rientrare tutti i lavoratori e riconoscendo che ci sono degli esubero".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©