Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il meticcio è rimasto bloccato su tetto delle terme del Foro

Pompei, cane randagio salvato da giornalista giapponese


Pompei, cane randagio salvato da giornalista giapponese
10/12/2010, 18:12

Un giornalista giapponese, Kiyoshi Ota, dell’agenzia di stampa nipponica Kiodo News, durante la registrazione di un suo reportage sul sito di Pompei e sui crolli della domus dei gladiatori dello scorso mese, mentre si trovava in compagnia dell’architetto Antonio Irlando, direttore dell'Osservatorio sul patrimonio culturale della città di Pompei, ha notato un cane randagio, di colore bianco, che abbaiava insistentemente in cerca di aiuto. Il cane non è stato in grado di riscendere a terra, ed era da tre giorni lì, girando sui tetti delle terme del Foro, e le Domus vicine cercando di attirare l’attenzione per essere messo in salvo. Il giornalista nipponico così è salito a recuperare il meticcio bianco rimasto bloccato, e il cane è tornato a girovagare per le strade della vecchia Pompei.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©