Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nei pressi di Porta di Nola

Pompei: crolla un muro romano


Pompei: crolla un muro romano
22/10/2011, 12:10

ROMA -  Dopo il crollo della Domus Gladiatori -  avvenuto lo scorso anno  - edificio risalente gli  ultimi anni di vita della città romana prima  dell'eruzione del 79 d.C,  Il fascino  degli scavi della secolare della  città di  Pompei  rischia nuovamente di essere intaccato. 
Si apprende infatti dalla Sovrintendenza Archeologica, del crollo di un muro romano.  Il crollo sarebbe stato segnalato intorno alle 21,30 di ieri. Nessuna “casa” è coinvolta.
In corso un sopralluogo del direttore degli Scavi, Antonio Varone.   Il crollo, che ha riguardato un muro alto oltre tre metri, nei pressi di Porta di Nola all'interno degli scavi, è avvenuto dunque in una zona periferica della città romana.
L'intera area è stata sequestrata dalla polizia giudiziaria. Gli esperti dovranno chiarire le cause del crollo, probabilmente dovute alle forti piogge dei giorni scorsi.
GLI SCAVI - Nell'area degli scavi archeologici è stata portata alla luce l'antica città romana distrutta tragicamente a seguito dell'eruzione del Vesuvio del 79 d.C. L'improvvisa pioggia di cenere e lapilli e lo spesso strato di polvere che ne è risultato hanno cristallizzato nel tempo l'intera città e la sua tragedia preservandoli nei secoli. Riportata in superficie è diventata il secondo sito archeologico più visitato al mondo.
 POMPEI PATRIMONIO MONDIALE DELL'UMANITÀ  - Nel 1997, l'UNESCO ha dichiarato Pompei Patrimonio Mondiale dell'Umanità. Il Comitato ha deciso di iscrivere tale area sulla base dei criteri culturali considerando che gli straordinari reperti delle città di Pompei, Ercolano e delle città limitrofe, sepolte dall'eruzione del Vesuvio del 79, costituiscono una testimonianza completa e vivente della società e della vita quotidiana in un momento preciso del passato, e non trovano il loro equivalente in nessuna parte del mondo.
CROLLO DELLA SCHOLA ARMATURARUM  - Nel primo mattino del 6 novembre 2010, è crollata la Schola armaturarum, la scuola dei gladiatori, a causa di gravi cedimenti strutturali. I lavori per la ristrutturazione sarebbero dovuti iniziare a breve visto che in molti ne iniziarono a denunciare il pericolo crollo da qualche tempo.
POMPEI CEDONO DUE MURI - Il 1 dicembre 2010 cedono due muri della casa del Moralista, fortunatamente entrambi senza affreschi. Gli esperti affermano che tali eventi siano imputabili alle insistenti precipitazioni e che purtroppo possono accadere dato che gli edifici hanno più di 2000 anni.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©