Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pompei, l'ombra sulle guide per le licenze clonate

Un'inchiesta della Soprintendenza individuerà gli abusivi.

Pompei, l'ombra sulle guide per le licenze clonate
08/07/2013, 09:14

POMPEI - Negli Scavi è tutto in discussione. Dopo le vicende relative ai crolli e alla situazione di fatiscenza di alcune strutture, con l'urgenza di effettuare i lavori che partiranno a breve per non perdere i fondi europei, adesso spunta la truffa delle guide turistiche, ed è caccia ai tesserini clonati. La soprintendenza ha emesso un diktat per scoprire le tessere clonate ed è partita subito un'inchiesta. I ciceroni autorizzati hanno subito avviato dei controlli attraverso i nuovi dispositivi anti-truffa, con la finalità di individuare i patentini clonati o falsi utilizzati dalle guide abusive. Questi ultimi sono in tutto identici a quelli rilasciati dalla Regione, e riportano lo stesso numero di matricola assegnato ad un guida che ha regolarmente superato l'esame di abilitazione. Accade dunque che vi siano in giro per il sito archeologico guide abilitate ed abusive con il tesserino contrassegnato dallo stesso numero di matricola. Gli investigatori sono impegnati a scoprire inoltre i soggetti che realizzano i falsi tesserini e li vendono sul mercato. I controlli saranno sempre più serrati, e la circolare della Soprintendenza punta a migliorare l'immagine del sito, gravemente danneggiata dai recenti fatti di cronaca, attraverso il miglioramento e un corretto utilizzo dei servizi offerti dalle guide turistiche autorizzate.

Commenta Stampa
di Armando Brianese
Riproduzione riservata ©