Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Coinvolti alcune zone prestigiose degli scavi

Pompei: nuovi crolli nell’area archeologica -video

Domani il ministro Franceschini in visita

.

Pompei: nuovi crolli nell’area archeologica -video
03/03/2014, 09:51

POMPEI – Il maltempo ha provocato non pochi problemi la scorsa settimana ed il weekend è stato anche peggio. Due crolli in poche ore nell'antica Pompei. Muri che si sbriciolano sotto la pioggia insistente, il peso del tempo, ma soprattutto i mancati restauri che hanno permesso la fatiscenza di luoghi dal valore inestimabile. Alcune pietre si sono staccate nel pomeriggio di sabato da un arco già puntellato sottostante il Tempio di Venere, mentre ieri  si è sbriciolato un muro alto un metro e 70 centimetri, per un fronte di tre metri e mezzo, di una tomba situata nella importante necropoli di Porta Nocera. A comunicare la notizia dei crolli la Soprintendenza speciale dei Beni Archeologici di Pompei, che ha rassicurato sulla interdizione delle due aree dissestate. Immediata è giunta la convocazione, da parte del neoministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, di una riunione operativa su Pompei, che si terrà martedì 4 marzo al ministero. Franceschini ha chiesto un rapporto dettagliato sulle motivazioni dei crolli nel sito archeologico degli ultimi mesi. Il neo ministro ha intenzione di valutare l'efficacia degli interventi di ordinaria manutenzione e lo stato del Grande Progetto Pompei. E mentre continuano serrate le indagini sui crolli di questi ultimi giorni, un altro crollo ha interessato la zona archeologica. A venire giù è stato un muro di 2 metri in un'area non scavata di via Nola. Si tratta del costone di una bottega chiusa al pubblico nella regione V, insula 2, civico 19. Il costone di terra ha pressato l'area a causa delle piogge provocandone il cedimento. Nella giornata di domani, intanto, è prevista la visita del ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini. 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©