Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pompei: Vaccaro (Pd), un disastro targato Bondi


Pompei: Vaccaro (Pd), un disastro targato Bondi
01/12/2010, 10:12


NAPOLI - "Agatha Christie diceva che due indizi fanno una prova, ma per Bondi due crolli a Pompei in un solo mese non fanno neanche un indizio di disastro potenziale". E' quanto afferma il deputato del Pd Guglielmo Vaccaro. "I commenti del ministro sul crollo di oggi - sottolinea in una nota Vaccaro che dal suo blog ha lanciato l'iniziativa Salva Pompei - rappresentano l'ennesima prova di irresponsabile superficialità con cui Bondi ha gestito l'area archeologica più nota al mondo. Secondo quanto diffuso dalla Soprintendenza e dallo stesso Ministro il crollo riguarda un muro ricostruito nel dopoguerra. La domanda immediata è: se crolla un muro che ha 60 anni, quelli di 2000 anni fa non rischiano ancora di più? Non è il caso di correre ai ripari?". "Quesiti - prosegue Vaccaro - che il Ministro pare non prendere assolutamente in considerazione. C'é da dire che Bondi é davvero sfortunato! Se, come speravamo, il 29 scorso fosse stato pensionato dal ruolo di Ministro avrebbe evitato la gestione di un nuovo crollo. E ancora, se la riforma dell'Università e l'arrivo della sfiducia al Governo non avessero commissariato il calendario dei lavori alla Camera, già da qualche ora Bondi sarebbe stato esonerato dalla sua responsabilità, grazie alla mozione di sfiducia individuale presentata dal Pd". "Purtroppo - continua Vaccaro - dobbiamo pazientare ancora un po' e sperare, contemporaneamente, che la pioggia risparmi Pompei dalla superficialità del Ministro. Ci consoli sapere che mancano solo due settimane alla fine di questo Governo".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©