Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ponte 2 giugno, traffico sulle autostrade


Ponte 2 giugno, traffico sulle autostrade
02/06/2011, 13:06

Sono cominciati sin dalle prime ore del mattino gli spostamenti dai centri urbani verso le località di villeggiatura per il ponte del 2 giugno: lo rende noto la società Autostrade, sottolineando che il traffico ha interessato la direttrice sud dell'A1 dalla Lombardia verso le località adriatiche lungo l'autostrada A14; spostamenti anche verso la riviera ligure e le coste tirreniche della Toscana. Al momento sono interessati da traffico intenso i tratti: A1 Milano-Napoli, tra Milano Sud e Piacenza in direzione Bologna (per cui occorre circa 1 ora e 10 minuti) e più a sud fra Reggio Emilia e Bologna Casalecchio in direzione Sud (anche in questo caso 1 ora e 10 minuti); A14 Bologna-Taranto, tra il bivio con l'A1 e Castel San Pietro in direzione di Ancona (circa 1 ora e 30 minuti), e più a sud tra Imola e Forlì sempre in direzione Ancona (circa 45 minuti); A26 Genova-Gravellona-Toce, tra Ovada e il bivio con l'A10 verso sud (occorrono circa 50 minuti); Inoltre sulla A12 Genova-Rosignano si registrano 11 Km di coda in uscita alla barriera di Rosignano marittima e in A6 Torino-Savona si registrano 3 Km di coda per traffico congestionato tra Altare e il bivio con l'A10 in direzione Sud. Autostrade per l'Italia invita gli automobilisti ad informarsi sulle condizioni del traffico prima di mettersi in viaggio e ricorda la possibilità di chiamare il Call Center Viabilità (840-04.21.21) o il numero verde del CCISS 1518. Aggiornamenti sulle condizioni di viabilità sulla rete sono presenti anche sul sito internet www.autostrade.it. Durante il viaggio informazioni in tempo reale sul traffico vengono riportate sui pannelli a messaggio variabile e dai notiziari Isoradio 103.3 FM, RTL 102.5, Onda Verde RAI. Autostrade per l'Italia ricorda inoltre ai conducenti di rispettare i limiti di velocità e di mantenere le distanze di sicurezza dal veicolo che precede.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©