Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

Bisogna riportare anche il grande Basket

Ponticelli rilancia il San Paolo: 500Mila euro per i lavori


.

Ponticelli rilancia il San Paolo: 500Mila euro per i lavori
17/07/2009, 18:07

Sono cinquecentomila  gli euro che il comune di Napoli impiegherà per lavori urgenti per lo Stadio San Paolo,somma coperta da disponibilità in bilancio, mentre per il restante importo, pari a circa 1 milione e mezzo di euro, sarà necessaria l'accensione di un mutuo, da fare subito dopo l'approvazione del rendiconto di bilancio. E' emerso dalla riunione della Commissione Territorio e Ambiente del Comune di Napoli che si è svolta oggi. A parlare degli interventi da realizzare l'assessore comunale allo Sport Alfredo Ponticelli, intervenuto alla riunione richiesta dal consigliere Pdl Raffaele Ambrosino.In commissione, presieduta da Carlo Migliaccio, si 'e anche discusso delle problematiche connesse alle convenzioni con la societa' Calcio Napoli.Sul fronte della struttura, ormai vecchia, Ferdinando Di Palo, dirigente del servizio Progettazione impianti sportivi ha sottolineato che sul primo anello si dovrà intervenire con urgenza prima dell'inizio del nuovo campionato, per lavori di spicconamento e interventi alle scale, richiesti anche dalla Questura.Rispondendo alle osservazioni dei consiglieri Ambrosino e Santoro sui diversi aspetti della convenzione con la società Calcio Napoli, l'assessore ha ribadito il rispetto degli oneri previsti a carico della società e la propria contrarietà alla presenza dello stadio a Fuorigrotta e la necessità di delocalizzazione, costruendo una struttura nuova ed all'altezza degli standard più moderni.
Ambrosino ha ricordato la consulenza tecnico strutturale, mai avviata e per la quale furono stanziati 200 mila euro, da affidare all'Università per verificare il fenomeno delle  vibrazioni sugli edifici circostanti denunciate dal comitato civico. La somma, ha spiegato Ponticelli, non è mai stata spesa per l'assenza di un regolamento comunale sulle consulenze, in via di definizione. Sul versante dei fastidi che subiscono gli edifici circostanti, l'Amministrazione, per ridurre i disagi, ha vietato lo svolgimento di eventi diversi dalle partite di calcio, mentre la società Calcio Napoli si avvia a risolvere anche il problema dell'inquinamento acustico causato dall'impianto fonico dello stadio, al quale saranno apportate modifiche tecniche necessarie per ottenere il nulla osta dagli uffici competenti.L'Amministrazione, per il consigliere Santoro, dovrebbe alienare lo stadio, ma la convenzione esistente, giudicata troppo favorevole, difficilmente porterà il presidente De Laurentiis a privilegiare questa scelta. Per Santoro va, quindi, avviato al più presto un tavolo politico con la Provincia per risolvere un problema che non ha più una valenza solo cittadina. Auspicabile, per l'Assessore Ponticelli, la collaborazione con l'ente di Piazza Matteotti. Sollecitato sul punto, l'Assessore ha, poi, chiarito che il ritorno del grande basket a Napoli risponde ad una precisa richiesta dei cittadini.
Il Palabarbuto, quindi, sarà a disposizione delle squadre che lo chiederanno, senza favoritismi per alcuno e senza ipotizzare alcuna convenzione.

Commenta Stampa
di Agostino Falco
Riproduzione riservata ©