Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Serie di articoli omofobi, firmati da Monsignor Babini

Pontifex.it all'attacco dei gay e delle donne e a favore del fascismo


Pontifex.it all'attacco dei gay e delle donne e a favore del fascismo
06/08/2010, 11:08

ROMA - C'è un blog, pontifex.it, che si definisce "blog di libera informazione cattolica". Ma negli ultimi giorni si sta segnalando per una serie di articoli, firmati dal vescovo di Grosseto, Monsignor Babini, dal contenuto quanto meno discutibile.
Mercoledì ne è uscito uno dove si attaccavano i preti gay: "L'omosessualità di per sé é una situazione di vergogna e di scandalo per ogni fedele e ogni essere umano, maggiormente per un prete. I gay non devono entrare nei seminari e se ci sono entrati vadano via di corsa. Spessoo i pastori della Chiesa moderna non hanno il coraggio o la forza di proclamare queste cose che fanno parte della dottrina della Chiesa e del catechismo, ma vanno ribadite con energia". Poi a questo seguiva una dichiarazione quanto meno discutibile sul fascismo: "Mussolini sbagliò ad allearsi con Hitler, ma bisogna anche riconoscere che la sua dittatura fu una cosa all' acqua di rose".
Giovedì si è ripetuto, con espressioni altrettanto sconvolgenti contro i gay e le donne. Commentando l'episodio di Pesaro, in cui due ragazzi gay sono stati picchiati perchè si scambiavano un bacio, ha commentato: "Arrivare alla violenza é sbagliato ed insensato e merita ogni biasimo, e ovviamente le sanzioni di legge. Fatta questa premessa dico che non é bello assistere in luoghi pubblici ad effusioni gay che molestano la vista. Penso che talvolta, non mi riferisco al caso di specie, queste esibizioni diano noia e finiscono col provocare. Come la violenza sulle donne: certo, una cosa mostruosa e volgare. Ma alcune donne con il loro abbigliamento provocano ed eccitano gli uomini e forse se le cercano".
Se questo è un esempio delle gerarchie del Vaticano, c'è da chiedersi dove sia finito il messaggio di amore e fratellanza contenuto nel Vangelo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©