Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

l'uomo chiedeva il pizzo agli ambulanti di via Farina

Portici: scacerato affiliato al clan Vollaro


.

Portici: scacerato affiliato al clan Vollaro
16/12/2009, 11:12

PORTICI - Scarcerato per la mancanza di gravi indizi di colpevolezza. Questo è quanto accaduto a Marco Terminiello 31 enne di Portici che secondo gli inquirenti era l’uomo che chiedeva il pizzo all’interno del mercatino di via Farina .
Secondo le indagini condotte dai carabinieri della stazione di Portici l’uomo avrebbe intimato alcuni negozianti e venditori ambulanti a versare dai tre ai cinque euro. ma la richiesta di danaro veniva abilmente camuffata con l’escamotage della vendita di piccoli oggetti o con la promessa di prelevare la spazzatura all’orario di chiusura. Con questo sistema Terminiello era riuscito a racimolare ben 370 euro prontamente sequestrate dai militari dell’arma.
I carabinieri sono riusciti a mettersi sulle tracce del giovane 31enne solo dopo giorni di appostamenti e indagini. Molto spesso le forze dell’ordine si sono dovuti scontrare con l’enorme muro di omertà dei commercianti che hanno quasi tutti negato di essere vittime delle estorsioni.
Il racket è da tempo la piaga profonda a Portici. infatti i clan della città della Reggia sono specializzati in questo campo. Nulla sembra fermare la camorra porticese. Nemmeno i ventotto arresti eccellenti, eseguiti lo scorso giugno dai carabinieri della compagnia di Torre del Greco.
Grazie ad alcuni cani sciolti il giro di attività illecite riesce a continuare e a tenere nella morsa del pizzo tutta la città.
Prima del periodo natalizio il sindaco di Portici Vincenzo Cuomo aveva emesso un’ordinanza con la quale vietava ai commercianti di esporre luminari e tappeti natalizi per combattere la camorra. Infatti proprio esponenti dei clan imponevano ai negozi di esporre luci ed addobbi sotto il pagamento di denaro. Dopo l’ordinanza del primo cittadino, il giro di estorsioni si sarebbe spostato sulle bancarelle e sui commercianti ambulanti che si concentrano nelle zone di via Farina.
Ma il lavoro degli inquirenti sembra essersi fermato proprio davanti alle accuse al 31enne.

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©