Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Volano ricavi del mercato

Poste Italiane, utile netto a 846 milioni


Poste Italiane, utile netto a 846 milioni
18/04/2012, 18:04

ROMA - Il risultato operativo è stato di 1.641 milioni a fronte dei 1.870 milioni del 2010. «I risultati 2011 sono estremamente positivi in valore assoluto e consolidano il decennale trend di crescita anche in presenza di uno scenario di mercato ancora fortemente influenzato dalla crisi economica globale, che ha determinato l'ulteriore contrazione dei volumi postali e una tendenza generale alla riduzione della raccolta risparmi e degli investimenti», spiega Poste Italiane. «Nonostante il contesto economico sfavorevole, l'esercizio chiude con un utile netto di 846 milioni di euro e con una redditività che colloca Poste Italiane di gran lunga al primo posto al mondo per redditività nel confronto con i principali operatori internazionali. Nel mercato domestico, inoltre, il Gruppo ha accresciuto la propria quota di mercato sia nei servizi finanziari, sia nei servizi assicurativi, ed ha ribadito la sua leadership assoluta nel settore degli strumenti di pagamento grazie al successo della carta prepagate Postepay e dei nuovi servizi studiati per l'e-Commerce». I ricavi dei Servizi Postali registrano una flessione del 5% sul 2010 continuando a risentire degli effetti del calo dei volumi postali e della progressiva digitalizzazione degli invii, in un mercato oramai completamente liberalizzato dal 1 gennaio 2011. I Servizi Finanziari presentano una positiva performance crescendo dell'1,2% (+57 milioni di euro) grazie ai buoni risultati dei ricavi da conti correnti (2,8 miliardi, +8,6% sul 2010). Le carte prepagate Postepay raggiungono gli oltre 8,2 milioni continuando a rendere Poste Italiane leader di mercato per tali tipologie di prodotti. Nell'ambito della Relazione finanziaria annuale è rappresentato il primo rendiconto del Patrimonio BancoPosta, costituito il 2 maggio 2011, che ha concorso alla determinazione dell'utile netto con 256 milioni di euro, conseguiti negli otto mesi di operatività. Infine, PosteMobile, l'operatore di telefonia mobile virtuale del gruppo con 3 milioni di SIM vendute fino ad oggi, ha consolidato la propria posizione sul mercato, registrando ottimi risultati trainati dallo sviluppo della base clienti nonché dall'incremento dei volumi di traffico e dei servizi a valore aggiunto che le hanno consentito di conseguire un risultato operativo positivo per 26,3 milioni di euro.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©