Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

POVERO WELFARE


POVERO WELFARE
18/12/2008, 12:12

Questa mattina si è tenuto presso la sede della Regione di via Marina un convegno sul tema "Povero Welfare", organizzato dall’Osservatorio Regionale sulle povertà, di cui è presidente il Professor Amato Lamberti. L’incontro di oggi nasce dall’esigenza di identificare priorità e strumenti concreti che possano contrastare l’attuale tendenza all’indebolimento del sistema di welfare nazionale e locale. Secondo l’Osservatorio , nonostante i limiti di budget aggravati in questo periodo dalla crisi economica, non bisogna rinunciare ad adottare politiche e strumenti di inclusione sociale.

Dalla discussione sono emerse politiche da evitare, in questo delicato frangente storico:subordinare la tutela dei diritti fondamentali alla disponibilità delle risorse finanziarie,umiliare gli operatori sociali e sanitare e le persone che fruiscono dei servizi loro affidati con l'inqualificabile prassi di ritardare i pagamenti delle prestazioni e dei servizi erogati e sprecare risorse affidando a soggetti sempre diversi gli stessi compiti senza verificarne neppure i risultati.

Tre, pertanto, le priorità assolute: realizzare un numero sufficiente di centri di prima accoglienza diurna e notturna per i senza dimora,garantire l’accesso all’acqua corrente, il diritto allo studio e alla salute, e la tutela legale per i rom e infine adottare misure di integrazione al reddito di anziani soli o non autosufficienti che necessitano di assistenza .

Il dibattito assume particolare importanza in questa fase economica e politica, infatti nei prossimi anni nel meridione d'Italia si avvertirà in misura maggiore che altrove il peso della crisi finanziaria ed è proprio in questo momento che la priorità viene tendenzialmente data , anche per motivi di consenso, agli interventi volti a soccorrere i soggetti forti, così trascurando la tutela dei diritti fondamentali dei più deboli e dei meno rappresentati.

Commenta Stampa
di Lucrezia Girardi
Riproduzione riservata ©