Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pozzuoli, gli rubano l'iphone ma viene localizzato e recuperato: arrestato algerino


Pozzuoli, gli rubano l'iphone ma viene localizzato e recuperato: arrestato algerino
16/01/2012, 16:01

Tempi duri per chi si appropria di telefoni cellulari di ultima generazione ed iPhone.

I sofisticati software, infatti, riescono a localizzare l’esatta posizione del telefono cellulare ed a tracciarne gli spostamenti.

Nel caso di una ragazza di 16anni, il software che la madre le aveva installato sul pc di casa è risultato di fondamentale importanza, per rintracciare un iPhone 3GT 8Gb, rubatole giovedì scorso.

La mamma, infatti, ha denunciato agli agenti del Commissariato di P.S. “Pozzuoli” il patito furto subito dalla figlia e, successivamente, attraverso il Pc di casa, ha localizzato l’esatta ubicazione del telefono.

I poliziotti in costante contatto telefonico con la denunciante, sono giunti sino a Via Pergolesi ove hanno notato un uomo che, alla loro vista, si è dato alla fuga.

L’uomo, prontamente inseguito, è stato identificato per Yassaf FRIANE, pregiudicato algerino di 38 anni.

All’interno della tasca del giubbotto che indossava, gli agenti hanno rinvenuto il telefono cellulare della vittima.

FRIANE, che non ha saputo fornire ai poliziotti spiegazioni circa il possesso dell’iPhone è stato sottoposto a fermo di P.G. per il reato di ricettazione, nonché denunciato in stato di libertà perché inottemperante al decreto di espulsione, emesso dalla procura della Repubblica di Napoli il 30.09.2010.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©