Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Alcuni degli arrestati sono cinesi, altri italiani

Prato: 11 arresti per falsi documenti ai cinesi


Prato: 11 arresti per falsi documenti ai cinesi
05/12/2013, 09:42

PRATO - Come spesso avviene, la stalla viene chiusa dopo che i buoi sono scappati. E così, dopo l'incendio di domenica della fabbrica-lager, che ha visto la morte di sette cinesi immigrati irregolari, interviene la magistratura. E così questa mattina la Guardia di Finanza ha arrestato 11 persone - alcuni cinesi ed altri italiani - in esecuzione di altrettanti ordini di custodia cautelare in carcere. Le accuse sono di associazione a delinquere finalizzata al falso in atto pubblico.
Infatti, secondo quanto è stato riferito, gli 11 arrestati si occupavano di far iscrivere all'anagrafe dei cittadini cinesi che non ne avevano i requisiti. L'operazione avveniva attraverso i cinesi arrestati, che facevano da mediatori con gli immigrati e si facevano pagare da 600 a 1500 euro a persona. Dopo di che i dati passavano ai loro complici italiani e in particolare ad uno di loro, pubblico ufficiale, che si occupava della registrazione. Secondo gli inquirenti, il gruppo avrebbe guadagnato tra i 200 e i 500 mila euro. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©