Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ancora episodi di xenofobia in Italia

Prato: skinheads aggrediscono bengalese


Prato: skinheads aggrediscono bengalese
19/10/2009, 20:10

Un giovane trentenne di origine bengalese è stato aggredito da quattro giovani skinheads.
La vicenda è accaduta a Prato.
Il giovane di colore è un venditore ambulante di rose.
Avvicinato dai quattrro ragazzi, è stato bloccato per le braccia e ripetutamente colpito al volto e in altre parti del corpo con calci e pugni.
Tutto è accaduto sul portone di un ristorante a pochi metri dal Duomo.
Gli aggressori hanno prima cominciato a insultarlo, con frasi razziste, e poi sono passati all'uso della forza.
Una volta compiuto il vile gesto, hanno lasciato esamine la vittima sulla strada e sono fuggiti a bordo di un’auto.
Il bengalese è stato soccorso da passanti e clienti del locale.
Grazie alle testimonianze lasciate dagli stessi, i carabinieri della stazione di Prato hanno identificato i quattro giovani aggressori.
Si tratta di quattro giovanissimi “skinheads”: il capo della banda un ragazzo di 21 anni residente a Pistoia, un 21enne di Genova, un fiorentino di 18 anni e una ragazza di 22 anni sempre di Pistoia.
I passanti li hanno descritti come vestiti con stivaletti anfibi, giubbotti di pelle, teste rasate e tatuaggi.
I colpevoli sono stati arrestati poco dopo ancora a bordo dell'auto. I reati di cui dovranno rispondere sono «concorso di persone in violenza privata, lesioni personali aggravate, per aver commesso il fatto con finalità di odio razziale».
La vittima, invece, guarirà in soli sette giorni.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©