Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Pregiudicato latitante scovato nel Rione Sanità a Napoli


Pregiudicato latitante scovato nel Rione Sanità a Napoli
08/03/2012, 17:03

Gli agenti della sezione Criminalità Organizzata della Squadra Mobile e del Commissariato di Polizia “Ponticelli”, nella serata di ieri 07.03.2012, al termine di un articolato servizio di Polizia Giudiziaria, hanno proceduto alla cattura di Rosario BORRELLI, di 50 anni, pregiudicato per associazione mafiosa, armi, munizioni, rapina, stupefacenti ed altro.

In data 16.02.2012, nell’ambito di una inchiesta coordinata dal Sost. Proc. della Repubblica dr. Vincenzo D’Onofrio, della D.D.A. di Napoli, il locale Ufficio del GIP emetteva, a firma del GIP D.ssa Antonella Terzi una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dei pregiudicati Accennato Antonio, Acunzo Salvatore, Esposito Bruno, Montefusco Salvatore, De Stefano Giovanni, Persico Vincenzo e Castellano Salvatore, tutti allo stato detenuti.

I predetti venivano colpiti dalla citata misura cautelare in quanto ritenuti responsabili del reato di estorsione aggravata nei confronti di Carmine SARNO Carmine alias Topolino, fratello dei noti Vincenzo, Ciro e Pasquale esponenti dell’omonimo disciolto clan camorristico, costringendolo ad abbandonare il quartiere Ponticelli.

L’inchiesta suddetta coinvolgeva anche BORRELLI, destinatario anch’egli del citato provvedimento restrittivo.

Nella serata di ieri, il personale operante, al culmine di articolati servizi di appostamento e pedinamento individuava e bloccava immediatamente il predetto, nel noto Rione Sanità , in Via dei Cristallini.

Nella circostanza l’uomo, che non opponeva resistenza all’arresto, era in compagnia di una donna M.M., abitante al Rione Sanità, la quale in seguito agli accertamenti esperiti dal personale operante, veniva denunciata in stato di libertà per favoreggiamento personale, poiché si accertava che la stessa dava ospitalità al latitante, aiutandolo a sottrarsi alle forze dell’ordine.

BORRELLI, già noto per i suoi trascorsi giudiziari quale affiliato al clan SARNO di Ponticelli, recentemente, in forza dei suoi trascorsi penitenziari con il noto pregiudicato Francesco DE MARTINO alias ò pazzo, era ritenuto vicino al clan CIRCONE/DE MARTINO/CASELLA.

Tale ultimo gruppo criminale, nel dicembre dello scorso anno, all’esito di complesse attività investigative, veniva fortemente disarticolato dall’inchiesta della D.D.A. di Napoli, denominata “Operazione Vento Nuovo”, coordinata dal Sost. Proc. Dr. V. D’Onofrio, culminata con la cattura di nove, tra esponenti ed affiliati al gruppo criminale in questione, tra cui i noti pregiudicati Francesco DE MARTINO alias ò pazzo ed Antonio CIRCONE, alias Caramella, resisi responsabili di svariate estorsioni in danno di imprenditori e commercianti del quartiere Ponticelli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©