Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Preparavano in casa dosi di Marijuana, due nigeriani in manette


Preparavano in casa dosi di Marijuana, due nigeriani in manette
31/08/2011, 11:08

Ieri pomeriggio, gli agenti del Commissariato di Polizia, “San Carlo Arena”, hanno arrestato due cittadini nigeriani: un  21enne e un 23enne, entrambi domiciliati a Napoli, per concorso in detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio.

Avendo appreso da fonti investigative che i due cittadini stranieri stavano confezionando dosi di marijuana presso la loro abitazione di Vico Lammatari, i poliziotti hanno deciso di procedere subito ad una perquisizione locale.

Entrati nell’abitazione, non hanno infatti dovuto attendere molto per ottenere riscontro a quanto appreso dall’attività info-investigativa. Nella sala da pranzo, all’interno di una borsa porta pc, sono stati infatti rinvenuti due sacchetti di cellophane di media grandezza contenenti marijuana e 35 euro in banconote di vario taglio. Successivamente, in un cassetto della camera da letto, sono state rinvenute altre due piccole confezioni contenenti marijuana, una bilancina di precisione ed oltre duecento confezioni di cellophane trasparente ancora vuote.

Sul tavolo del soggiorno, i poliziotti hanno infine trovato anche quattro telefoni cellulari con i quali i nigeriani venivano contattati dagli acquirenti.

La sostanza stupefacente rinvenuta, per un totale di circa 60 grammi, le banconote ed i telefoni sono stati sequestrati. I due spacciatori, privi di qualsiasi documento di riconoscimento, sono stati quindi arrestati e condotti in Commissariato.

Dai primi accertamenti è subito emerso che il 23enne era stato già sottoposto a controlli di polizia, aveva un precedente per rapina e non era in regola con la normativa sul soggiorno. Il 23enne è stato quindi anche denunciato.

Diversa la posizione del 21enne che è risultato in possesso di un foglio di soggiorno rilasciato dalla Questura di Crotone. Dopo gli accertamenti i due nigeriani sono stati condotti alla Casa Circondariale di Poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©