Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In Prefettura l'analisi del fenomeno del bullismo

Presentati i primi risultati del progetto Di.Sco.Bull

I dati Censis sulla dispersione scolastica in Campania

.

Presentati i primi risultati del progetto Di.Sco.Bull
11/05/2012, 14:05

NAPOLI - Tempi duri per la scuola in Campania. Sempre più affollate le classi, aumentano gli alunni per docente, ma cresce la dispersione scolastica e il fenomeno del bullismo. Ieri in Prefettura è stato tracciato il bilancio del sistema d’istruzione campano nell’ambito del progetto Di.Sco.Bull, promosso dal Ministero dell’Interno con i fondi europei del Pon Sicurezza per lo Sviluppo, progetto biennale che interviene su bullismo e dispersione.
Secondo i dati del Censis, la dispersione scolastica a Napoli raggiunge il 35% contro una media nazionale ferma al 26%, mentre a Caserta arriva al 28%, a Salerno al 24% e ad Avellino e Benevento scende al 15,2 e al 16,8%. La dispersione si concentra soprattutto nel primo anno delle superiori, quando quasi il 14% degli studenti campani abbandona gli studi.
Attraverso il progetto Di.Sco.Bull sono stati allestiti tre centri di ascolto, sostegno e recupero allo studio, rivolti a studenti, famiglie e docenti.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©