Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

PRESENTAZIONE NEURONAVIGAZIONE ELETTROMAGNETICA


PRESENTAZIONE NEURONAVIGAZIONE ELETTROMAGNETICA
10/01/2008, 11:01

A partire da domani la struttura complessa di Neurochirurgia Pediatrica dell’Ospedale Santobono di Napoli avrà in dotazione la Neuronavigazione Elettromagnetica, apparecchiatura che rappresenta  l’ultima generazione di neuronavigatori. 

L’acquisto della strumentazione, l’unica nel suo genere presente in un ospedale pediatrico nel Centro-Sud Italia, è stato reso possibile, su iniziativa del responsabile del responsabile del reparto di Neurochirurgia, Giusepe Cinalli, grazie ad una donazione di 140mila euro effettuata a favore della onlus Sostenitori Ospedale Santobono dalla Fondazione Santa Maria della Misericordia, dal Pio Monte della Misericordia, dalla Fondazione Cafima, dalla società Alisud, dalla signora Elvira Porzio e dal Primo Circolo Didattico di Casalnuovo. 

La Neuronavigazione Elettromagnetica sarà presentata domani 11 gennaio, alle ore 11.00, presso il Palabimbo dell’Ospedale Santobono di Napoli (via Mario Fiore, 6), nel corso di una conferenza stampa alla quale parteciperanno Antonino Tramontano (presidente dell’associazione Sostenitori Ospedale Santobono), Francesco De Carolis (direttore generale di Lab, società di consulenza che cura il found raising della onlus), Giuseppe Cinalli (responsabile della struttura complessa di Neurochirurgia Pediatrica del Santobono) e Nicola Minnini (direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Santobono-Pausilipon).
Nel corso dell’incontro, i vertici di S.O.S. Sostenitori Ospedale Santobono illustreranno i progetti futuri e quelli in itinere, tra cui “Ridi che ti passa”, interamente finanziato dal Gruppo Tufano Elettrodomestici, e “Le nuove camerette per il Santobono”, che vede tra i principali sostenitori la Fondazione Cannavaro-Ferrara e Mirandautomotive.  

La Neuronavigazione Elettromagnetica consente di creare un campo magnetico intorno al cranio del paziente, grazie al quale è possibile “leggere” nello spazio, senza l’utilizzo di telecamere ad infrarossi e marker cutanei, i movimenti e la posizione degli strumenti chirurgici nel corso di delicati interventi per gravi patologie come i tumori cerebrali.
Grazie all’apparecchiatura in dotazione al Santobono, la tecnica operatoria della Neuronavigazione potrà essere utilizzata anche per i pazienti con meno di due anni d’età.

Non solo le fondazioni e le aziende ma tutti possono sostenere i progetti  di S.O.S. Sostenitori Ospedale Santobono. Basta effettuare un bonifico bancario (senza spese) a favore di “Sostenitori Ospedale Santobono Associazione Onlus” (Codice Grande Benefattore: 9414) sul conto corrente presso il San Paolo Banco di Napoli n.1000/11633 (Abi 01010 Cab 3400).
In alternativa, è possibile fare un versamento sul conto corrente postale n. 70988233 intestato a “Sostenitori Ospedale Santobono” oppure utilizzare la carta di credito collegandosi  al sito www.santobono.it.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©