Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La compagna aveva pubblicato sue foto sul social network

Preso in Spagna latitante dei Giuliano: tradito da Facebook

D'Avino era nell'elenco dei 100 latitanti più pericolosi

.

Preso in Spagna latitante dei Giuliano: tradito da Facebook
24/08/2011, 11:08

NAPOLI - È ritenuto dagli inquirenti un grosso trafficante di hashish, in grado di trasportare dal nord africa sino al territorio iberico notevoli quantità di droga da piazzare sul mercato spagnolo. Il suo nome era inserito nell’elenco dei 100 ricercati di massima pericolosità e la sua parentela con i Giuliano – la madre infatti è la sorella di Carmela Marzano, moglie del boss Luigino – ne faceva una primula rossa della camorra napoletana. I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli, in collaborazione con la Guardia Civil spagnola, hanno catturato nei pressi di Marbella il latitante Salvatore D’Avino, 39 anni. A tradirlo sono state le foto pubblicate dalla sua compagna su Facebook, dove lo ritraevano in vacanza a Marbella. All’uomo i Carabinieri hanno notificato 2 ordini di carcerazione emessi nel 2003 e 2007 dalla magistratura partenopea (dovrà scontare circa 20 anni di reclusione per traffico e spaccio di droga aggravati dal metodo mafioso).
Il ricercato si era dato alla macchia da anni rifugiandosi in Marocco. La sua compagna marocchina si era trasferita sotto falso nome in Spagna per partorire (seguita alcuni giorni fa da D’Avino) e aveva pubblicato su facebook alcune sue foto in località turistiche della Costa del Sol, foto che hanno tradito il latitante. I suoi spostamenti, secondo gli inquirenti, avvenivano grazie ad una moto d’acqua che gli permetteva di attraversare lo stretto di Gibilterra: una rotta del mare ben nota ai trafficanti di droga di mezza Europa.  

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©