Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Uccide una prostituta e racconta il delitto in un romanzo

Presunto assassino scrive un libro che lo inchioda

È in carcere: pericolo di fuga e reiterazione del reato

Presunto assassino scrive un libro che lo inchioda
21/08/2012, 11:13

 

Commette un omicidio, si diverte a guardare gli inquirenti brancolare nel buio, scrive un giallo che spiega per filo e per segno come è avvenuto il delitto e cerca di farla franca.

Ma non ci riesce: i carabinieri hanno arrestato Daniele Ughetto Piampaschet, 34 enne di Giaveno, in provincia di Torino, con l’accusa di omicidio volontario premeditato e occultamento del cadavere di Anthonia Egbuna, una giovane donna nigeriana che si prostituiva. L’intricata storia inizia lo scorso mese di febbraio, quando il corpo della ragazza fu ripescato nelle acque del Po. Solo molto tempo dopo gli investigatori sono riusciti a ricostruire la dinamica dell’accaduto e hanno ritrovato il manoscritto “La rosa e il leone”, ispirato proprio alla macabra vicenda dell’incontro e poi dell’assassinio della giovane.

L'uomo avrebbe compiuto l'omicidio a coltellate e avrebbe poi gettato il cadavere nel fiume. Nel manoscritto, tuttavia, parla di un omicidio a colpi di fucile. Il gip Massimo Scarabello ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare in carcere: esiste sia pericolo di fuga che reiterazione del reato.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©