Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

L'inchiesta dopo la denuncia di una famiglia milanese

Prezzi pazzi a Milano. Il Codacons indaga


Prezzi pazzi a Milano. Il Codacons indaga
26/11/2009, 21:11

MILANO - Che Milano fosse una città economicamente cara lo si sapeva. Ma che si arrivasse a spendere addirittura sette euro per un sorso d’acqua appare decisamente incomprensibile.
Eppure è quanto accaduto in un bar milanese dove una famigliola locale si è vista recapitare nel conto sette euro per una bottiglina d’acqua. Il fatto, più unico che raro al di fuori del caro vita milanese, è avvenuto in un locale di via Spotini, in zona Buenos Aires. I protagonisti, padre madre e figlio piccolo, stavano partecipando ad uno dei più classici “happy hour” pomeridiani. Dopo aver ordinato un drink, padre e madre si sono visti rinfacciare dalla cameriera la presenza del figlio che, a quanto pare, se voleva restare al tavolino era costretto ad ordinare una consumazione.
Una pretesa fuori luogo, che ha fatto scattare l’ira dei genitori. La questione si è risolta con l’ordinazione di una bottiglina d’acqua naturale per il più piccolo della famiglia. Tutto rientrato, ma arrivato il conto ecco la scoperta. La stessa bottiglina d’acqua è costata ai genitori la bellezza di sette euro, solo perché consumata a tavolino nell’orario dell’ “happy hour”.
Stupiti quanto innervositi dall’accaduto, i genitori hanno denunciato il fatto al Codacons.
Accolta la denuncia, l'associazione ha chiesto alla polizia annonaria di "verificare se esistano profili di illegittimità", mettendo "in guardia i consumatori dall'Happy Hour alla milanese".

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©