Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La leader birmana era stata liberata sabato scorso

Prima conversazione telefonica fra Ban Ki-moon e San Suu Kyi


Prima conversazione telefonica fra Ban Ki-moon e San Suu Kyi
18/11/2010, 18:11

NEW YORK – Dopo la sua liberazione avvenuta sabato scorso, per la politica birmana Aung San Suu Kyi, attiva da molti anni nella difesa dei diritti umani del suo paese, è arrivata in queste ore la prima conversazione telefonica con il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon. Secondo un comunicato diramato dall’ufficio di quest’ultimo, al centro della telefonata "la necessità che le autorità del Myanmar liberino tutti i prigionieri politici in via prioritaria". Nel corso del colloquio il segretario generale Onu, ha poi sottolineato "il coraggio e la dignità" della leader birmana, che sono "fonte d’ispirazione per milioni di persone al mondo". Ban Ki-moon, ha infine spiegato di impegnarsi per "costruire un futuro unito, pacifico, democratico e moderno per il paese".
Secondo Amnesty International, sono circa 2.200 i prigionieri di coscienza che attualmente si trovano in Myanmar.

Commenta Stampa
di Dario Palladino
Riproduzione riservata ©