Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Prima uscita pubblica del movimento Città Attiva a Faiano


Prima uscita pubblica del movimento Città Attiva a Faiano
18/03/2013, 14:49

Esci fuori dal profilo. Attivati è la frase spot di Città Attiva che racchiude il significato e il sentimento di chi chiede di avere un ruolo partecipativo e attivo in città. A parlarcene meglio è il segretario del movimento, Gianfranco Ferro. "Città Attiva - spiega Ferro - è un movimento aperto a tutti, che prova a dare soluzioni alle problematiche della gente e che concepisce le singole persone come espressione di una propria e libera idea oppure di un proprio progetto da condividere con gli altri. Il movimento ha sicuramente dei propri punti cardine dai quali si deve partire, tuttavia non parliamo di un gruppo settario ma che vuole vivere con e tra la gente per confrontarsi e migliorare la città, noi  comunque abbiamo una nostra idea di città che vogliamo condividere". Sono tanti i professionisti che si sono avvicinati al progetto e c’è già stato un primo positivo riscontro nel primo gazebo informativo allestito a Faiano. "Il movimento racchiude diverse esperienze professionali e di vita, uscire dal profilo significa venir fuori dal classico e spesso sovrabbondante utilizzo dei moderni mezzi di comunicazione come internet e i social, ma che mira a garantire e valutare la fattibilità di ogni singola idea per poter dare nei primi cento giorni di governo al cittadino, risposte concrete.Ringrazio in questo momento i tanti amici che si stanno mettendo in gioco dando un contributo fattivo di idee e proposte utili alla città. La prima uscita informativa con il gazebo a Faiano la riteniamo un’esperienza positiva, sono tante le persone incuriosite dal progetto Città Attiva, che hanno voglia di partecipare attivamente. E' sicuramente un ottimo segnale. Ricordo che ci saranno altri due appuntamenti a Sant’Antonio il 21 marzo e a Piazza Sabbato il 24 marzo, aspettiamo idee, suggerimenti e proposte volte a integrare il nostro programma”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©