Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Calabrò: "La scelta in base al profilo professionale"

Primari, eliminate le graduatorie, i medici protestano


.

Primari, eliminate le graduatorie, i medici protestano
03/03/2011, 12:03

NAPOLI – Niente più concorsi per gli aspiranti primari. La nuova normativa che abolisce le graduatorie, voluta dal centrodestra attraverso la finanziaria, è stata approvata lunedì scorso. Il governatore Stefano Caldoro, attraverso la richiesta di fiducia ha messo fine ad ogni probabilità di modifica da parte dell’aula.
Il senatore Raffaele Calabrò, consulente di Caldoro, che non ha preso parte alla stesura dell’emendamento, osserva: “La scelta dei primari torna al direttore generale che decide in base al profilo professionale”. La normativa non poteva non suscitare le proteste dell’opposizione e di numerosi operatori della Sanità. Maria Triassi, direttore della scuola di Igiene della facoltà di Medicina dell’Università Federico II dichiara: “E’ una normativa che non valorizza la meritocrazia, anzi c’è il rischio che tra due concorrenti venga scelto il meno titolato”.
Il presidente dell’Ordine dei Medici Gabriele Peperoni precisa che la legge nazionale prevede un concorso per primario per il quale sono necessari alcuni requisiti fondamentali. “I cittadini campani potrebbero capire che i primari possono essere selezionati a caso per strada o per favore politico”, ha commentato il presidente dell’Ordine dei Medici di Napoli.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©