Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Caso Cozzolino

Primarie: bufera sul Pd partenopeo

Tutt'Italia parla delle votazioni napoletane

.

Primarie: bufera sul Pd partenopeo
27/01/2011, 13:01

Napoli - Non si placa la bufera che sta imperversando sul pd partenopeo, le primarie dovevano scegliere democraticamente il candidato a sindaco per la città di Napoli e invece è stato un vero e proprio disastro con conseguenze nazionali
Circa 80 sostenitori di Andrea Cozzolino hanno manifestato il proprio dissenso contro le accuse di brogli davanti alla sede provinciale del Pd di Napoli, ieri sera in via toledo, prima della riunione dei vertici del partito. "Tremante può votare chiunque ma non può schierarsi – dicono i sostenitori di cozzolino, - in questo modo sta offendendo tutti gli iscritti". Gridandogli slogan e mostrando striscioni con la scritta 'Ho votato Cozzolino'.
Rifare le primarie del Pd: questa l'unica soluzione secondo Roberto Saviano, davvero una brutta pagina, in cui si sono denunciati brogli e che hanno danneggiato la stessa immagine del Pd, candidati che hanno denunciato pagamenti e foto di candidati del centrodestra che andavano a votare alle primarie del Pd per modificare il voto". Alla fine di questa brutta storia ci si aspetta che i vertici del Pd intervengano e che Cozzolino chiarisca quello che è successo". Per Saviano il candidato migliore per napoli sarebbe il magistrato Raffaele Cantone.
Per Bonelli dei verdi "L'intervento di Saviano è senza dubbio da apprezzare, ora la coalizione di centrosinistra a Napoli deve dare un segnale di grande rigore e trasparenza". "Serve una candidatura di alto profilo per sgombrare ogni ombra sulle primarie a Napoli facendo piena luce sui brogli e le irregolarità.
"Io sono come Tommaso – dichiara antonio bassolino - e non parlo se non vedo prima le notizie e le dichiarazioni esatte"quindi un netto no comment sulla situazione partenopea.
Per Cofferati invece a decidere sarà il pd, ma io eviterei di rifare le primarie a Napoli".
Per ranieri Il voto è stato chiaramente offuscato dalla frenesia di qualcuno di vincere a ogni costo, frenesia che ha prodotto fenomeni inaccettabili di raccolta dei voti che sono stati segnalati già domenica. Vedremo che cosa deciderà il Collegio dei Garanti". In ogni caso, "non voglio prendere in considerazione l'idea di giungere al successo personale grazie al Collegio" "In quanto alla candidatura di Cantone come è noto, nei mesi scorsi, e ben prima di altri ho rivolto personalmente un accorato invito a Raffaele Cantone a candidarsi", ricorda Ranieri.


Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©