Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I comitati: "Irregolarità". Alta l'affluenza: 40mila al voto

Primarie centrosinistra a Napoli: vince Andrea Cozzolino

Rapina in un seggio: bottino da 400 euro

.

Primarie centrosinistra a Napoli: vince Andrea Cozzolino
24/01/2011, 00:01

NAPOLI - È Andrea Cozzolino, secondo i rumors, il candidato a sindaco del centrosinistra. L’ex assessore regionale, espressione bassoliniana del Pd ed europarlamentare, sfiderà il candidato del centrodestra alle elezioni Comunali 2011 per lo scranno più alto di Palazzo San Giacomo. La notizia, ventilata da fonti del comitato, viene confermata col passare delle ore. Sul suo profilo Facebook Cozzolino ha scritto "Grazie Napoli!". La vittoria, anche se non ancora ufficializzata, sembra ormai certa. 
 
Ecco qui di seguito i voti che hanno ottenuto i 4 candidati alle Primarie:
 
 
PRIMARIE CENTROSINISTRA A NAPOLI:
 
- ‎16364 Cozzolino (37%)
 
- 15134 Ranieri
 
- 6995 Mancuso
 
- 5388 Oddati
 
 
I COMITATI DENUNCIANO: "GRAVI IRREGOLARITA' NEI SEGGI" -  Il comitato di Libero Mancuso, candidato alle primarie per il centrosinistra a Napoli, in una nota segnala, “con estrema preoccupazione, come in diverse zone della città, ad esempio Barra, San Giovanni, Secondigliano, Scampia, Piscinola, Poggioreale ed altre ancora, sono mobilitati al voto associazioni, comitati e cittadini che notoriamente fanno riferimento al centro destra”. Il comitato, prosegue la nota, “si riserva di dare ulteriori informazioni e segnalare ulteriori gravi anomalie a garanzia dello strumento delle primarie, che continuiamo a credere sia un prezioso strumento di partecipazione democratica e civile”. Stesso tono utilizzano anche i portavoce di un altro sfidante, Andrea Cozzolino: “Abbiamo riscontrato gravi irregolarità presso alcuni seggi dei Quartieri Spagnoli, di piazza Dante e di altre zone della città. Abbiamo informato immediatamente il comitato di garanzia e, in alcuni casi, le forze dell'ordine – si legge in una nota - Serve il contributo di tutti per tutelare la trasparenza del voto e l'integrità della proposta politica del centrosinistra. Per questo vanno evitati allarmi vaghi e destabilizzanti e al tempo stesso, è fondamentale che in tutti i casi in cui ci si trovi di fronte a illeciti e condotte irregolari vengano informati in modo tempestivo e dettagliato il comitato di garanzia e, se necessario, le forze dell'ordine. Siamo fiduciosi che, con la collaborazione di tutti, la volontà dei cittadini emergerà nel modo più limpido”.
Accuse e polemiche fanno dunque da background a questa consultazione tutta interna al centrosinistra. I risultati ottenuti dai 4 candidati (l'ex assessore regionale all'Agricoltura Andrea Cozzolino, bassoliniano; l'assessore comunale alla Cultura Nicola Oddati, bassoliniano; l'ex sottosegretario agli Esteri Umberto Ranieri, ritenuto vicino al presidente Napolitano e l'ex magistrato Libero Mancuso ex assessore di Cofferati a Bologna, candidato per Vendola) si sapranno solo in tarda serata, a conclusione di una lunga giornata scandita dalle denunce dei comitati.
 
 
RAPINA IN UN SEGGIO, BOTTINO DA 400 EURO - Ignoti hanno rapinato l'incasso di uno dei seggi allestiti per le primarie del centrosinistra a Napoli. La notizia e' stata confermata da fonti interne al Pd. La rapina e' stata messa a segno nella sede del Pd del quartiere Avvocata, in piazza Cesarea. Armati di pistola, i malviventi si sono fatti consegnare l'incasso derivante dalla quota di sottoscrizione versata dagli elettori per votare (minimo 1 euro) e i portafogli di chi si trovava in quel momento nel seggio. Il bottino, a quanto risulta, ammonterebbe a circa 400 euro. 

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©