Cronaca / Sesso

Commenta Stampa

La dichiarazione rilasciata ad Annozero

Primavalle, la vittima: "Non sono sicura che sia Racz"


Primavalle, la vittima: 'Non sono sicura che sia Racz'
05/03/2009, 22:03

Ulteriori dubbi si stanno facendo strada sulle effettive responsabilità di Karol Racz, il 36enne rumeno arrestato per lo stupro della Caffarella e raggiunto da un’altra ordinanza, relativa all’aggressione di Primavalle.

La vittima, 41 anni, che in un primo momento aveva riconosciuto Racz durante un incidente probatorio, adesso pare vacillare. “Sono molto incerta, non ho dato nessuna garanzia”, ha detto in una intervista ad Annozero. “Adesso hanno fatto le prove del Dna, non so cosa ne viene fuori”.

Sperando che i risultati siano più chiari di quelli ottenuti per lo stupro della Caffarella, che non provano il coinvolgimento di Racz e Loyos ma nemmeno ne dimostrano l’innocenza.

“io ricordo un volto solo ma non voglio venga punito chi non ha fatto nulla, - ha concluso la quarantunenne, spiegando che Racz è “molto somigliante, ma non potrei giurarci e finchè non sarò sicura al centro per cento non dirò mai che lo sono”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©