Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il pontefice ha ricordato le stragi di Volinia

Primo Angelus a Castelgandolfo per Papa Francesco


Primo Angelus a Castelgandolfo per Papa Francesco
14/07/2013, 17:46

ROMA  - Papa Francesco recitando il suo primo Angelus a Castelgandolfo, ha ricordato che  Il samaritano,  contrariamente al levita e al sacerdote si china a aiutare il "poveretto" abbandonato dai briganti sul ciglio della strada, è un "esempio di amore del prossimo".   

Il pontefice ha sottolineato che i samaritani erano "disprezzati dai giudei" e che Dio "vuole misericordia più che sacrifici". "Dio - ha aggiunto papa Francesco a braccio - vuole la misericordia, non che andiamo in giro a distribuire soldi senza misericordia  perché Dio sa capire bene le nostre situazioni, ciò che costituisce il samaritano è la misericordia ".  

Dopo l' Angelus, Francesco ha ricordato le stragi di Volinia, durante la Seconda guerra mondiale, di cui ricorre il 70/mo anniversario, come "provocati dall'ideologia nazionalista". "Hanno causato - ha detto - decine di migliaia di vittime e hanno ferito la fratellanza di due popoli, quello polacco e quello ucraino". Ha quindi pregato per "una profonda riconciliazione e un futuro sereno".  

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©