Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La manifestazione dei lavoratori tra proteste e concertone

Primo Maggio, a Rosarno festa contro il razzismo


Primo Maggio, a Rosarno festa contro il razzismo
30/04/2010, 19:04

ROMA – Come tutti gli anni, anche domani si terrà a Roma la tradizionale festa in onore dei lavoratori. Una ricorrenza molto sentita dagli italiani, supportata come sempre dal concerto a piazza San Giovanni in Laterano, per il quale è già prevista la presenza di oltre un milione di persone. Tante le novità, a partire da un’inedita conduzione al femminile: sarà, infatti, l’attrice Sabrina Impacciatore a fare gli onori di casa. Sul palco si alterneranno nomi e volti della musica leggera italiana, da Edoardo Bennato a Nina Zilli, dai Baustelle a Vinicio Capossela, che chiuderà la manifestazione.
Intanto, sono già scoppiate le polemiche per la prevista apertura dei negozi nelle città: a Siena è stata fatta una raccolta di firme, alla quale hanno aderito oltre 3500 negozianti, per dire no alle saracinesche alzate. Stessa protesta anche a Torino, dove dopo ore di trattative i sindacati del commercio Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil hanno proclamato lo sciopero.  
Diversa, invece, la situazione nella provincia di Rosarno. Qui, nel paese reggino teatro di aspri scontri tra abitanti ed immigrati, sarà svolta una festa altamente simbolica: la manifestazione, alla quale parteciperanno i tre leader di Cgil, Cisl e Uil, Guglielmo Epifani, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti , sarà infatti l'occasione per dire 'no' al razzismo.La scaletta del programma prevede proprio il ritrovo dei partecipanti alla Rognetta, l'ex fabbrica dove vivevano gli immigrati demolita dopo gli scontri di gennaio'. Intorno a mezzogiorno è inoltre previsto il saluto del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che, dopo i saluti di rito, proclamerà i cavalieri del lavoro.
Il concerto di domani sarà trasmesso in diretta a partire dalle ore 15.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©