Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

PRIMO MAGGIO TRA SICUREZZA E ROCK


PRIMO MAGGIO TRA SICUREZZA E ROCK
01/05/2008, 10:05

Sicurezza e rock al centro del primo maggio, la Festa del Lavoro, come ogni anno, mobiliterà milioni di persone. Partiti a Ravenna i due cortei organizzati per la manifestazione nazionale di Cgil, Cisl e Uil che quest'anno ricorderà modo particolare il problema della sicurezza, proprio nella città che fu scenario del rogo della Mcnavi, tragedia oramai simbolo delle morti bianche.
A guidare uno dei due cortei saranno i tre segretari di Cgil, Cisl e UIl, Guglielmo Epifani, Raffaele Bonanni e Luigi Angeletti.
A Roma, intanto, è tutto pronto per il concerto, condotto da Claudio Santamaria, dove non mancherà neanche Bruce Springsteen, in chiusura della prima parte del concerto in Piazza San Giovanni, infatti, sarà trasmesso in anteprima e in esclusiva il nuovo video della rockstar, Long Walk Home.
Il tutto dedicato alle morti sul lavoro, alle canzoni del '68 e ai 70 anni di Adriano Celentano.
Non a caso, a dare il via alle danze sarà proprio una hit del “Molleggiato”, Prisencolinesinainciusol, eseguita da Enzo Avitabile e Manu Dibango.
Piero Pelù, farà un omaggio ai Beatles con Revolution, non potrebbe mai mancare “Bella Ciao”, nella versione di Bisca ed Enrico Capuano, con Santamaria.
Irene Grandi, canterà con i Baustelle “L'albero di 30 piani”, oltre al pezzo oramai conosciutissimo “Brucia la città”.
Max Gazzé, Caparezza, L'Aura, sono solo alcuni dei nomi che saliranno sul palco, intervallati da alcune performance di Sabrina Impacciatore, che leggerà con il conduttore due storie vere di morti sul lavoro, Pierfrancesco Favino e Claudia Gerini leggeranno alcune lettere di emigranti italiani datate 1940-1960, e un lungo elenco di nomi di morti sul lavoro.


 

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©

Correlati