Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

"Sono frutto di evasione fiscale"

Processo Corona: i giudici dicono no allo sblocco dei soldi


Processo Corona: i giudici dicono no allo sblocco dei soldi
14/07/2017, 17:55

MILANO - Fabrizio Corona non riavrà indietro per ora i soldi che gli sono stati sequestrati. Aveva chiesto ai giudici di sbloccare i soldi sequestrati all'inizio del processo, pari a poco più di 1,3 milioni di euro. I soldi erano stati richiesti per poter pagare (in ritardo) le tasse sui 2,6 milioni di euro che i magistrati hanno trovato nel controsoffitto della casa della segretaria di Corona, Francesca Persi, e in due cassette di sicurezza in banca in Austria. 

La Procura di Milano aveva dato parere favorevole allo sblocco almeno di una prima tranche da 322 mila euro, per pagare le tasse. Il Tribunale invece ha detto di no, dato che si tratta di soldi provenienti da un reato, cioè da evasione fiscale. E quindi non può essere sbloccato, come da sentenze della Cassazione che permettono di sbloccare il denaro sequestrato solo se diventa non confiscabile in quanto non più riferibile alla persona sotto processo. E non è questo il caso, evidentemente. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©