Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Processo Cosentino, in aula la pentita Carrino -video


.

Processo Cosentino, in aula la pentita Carrino -video
18/11/2013, 15:09

A otto mesi dall'ultima udienza cui aveva partecipato da uomo libero, questa mattina Nicola Cosentino è tornato in Tribunale, a Santa Maria Capua Vetere, dov'è in corso il primo dei processi in cui è imputato: quello per concorso esterno in associazione camorristica. L'ex sottosegretario all'Economia è stato infatti liberato, la scorsa settimana, dopo 4 mesi agli arresti domiciliari (altri quattro mesi, il politico di Casal di Principe, li ha trascorsi in carcere a Secondigliano). Poche parole, prima dell'ingresso in aula, per ribadire di essere “pronto a difendersi”.

Udienza, quella di stamattina, dedicata all'esame della pentita Anna Carrino, ex convivente del boss Francesco Bidognetti, tra i capi del clan dei Casalesi. Rispondendo alle domande del pm Alessandro Milita, la collaboratrice di giustizia ha ripercorso i suoi anni al fianco del padrino e i segreti di cui veniva a conoscenza. Spesso la sua memoria è parsa non precisissima, soprattutto in riferimento alla successione temporale dei fatti.

Al centro della ricostruzione accusatoria ci sarebbe l'intervento che Cosentino avrebbe effettuato a favore del figlio del padrino Stolder per facilitarlo nel servizio di leva, facendolo cioè avvicinare a Napoli, su interessamento proprio del boss detenuto Francesco Bidognetti.

La teste, collegata in videoconferenza da un sito protetto, ha parlato anche dei rapporti tra la cosca Bidognetti e il clan Stolder, operante fino agli anni Novanta per centro storico di Napoli tra piazza Garibaldi e il rione Maddalena.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©