Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Tribunale non aveva accettato un legittimo impedimento

Processo Mediaset: sì della Consulta al conflitto di attribuzione


Processo Mediaset: sì della Consulta al conflitto di attribuzione
09/11/2011, 14:11

ROMA - La Corte Costituzionale ha amesso la discussione sul conflitto di attribuzione sollevato dai legali del Presidente del Consiglio SIlvio Berlusconi, in merito a quanto accaduto durante l'udienza del primo marzo 2010 nell'ambito del processo Mediaset.
In quella data, concordata due mesi tra i magistrati e i legali del premier, si svolse una udienza del processo. Per farla saltare, tre giorni prima Berlusconi indisse un Consiglio dei Ministri senza che ci fosse all'ordine del giorno nessun punto urgente che non potesse essere affrontato in altro momento (c'era solo l'esame del piano casa, un piano che non ha mai trovato esecuzione in un progetto di legge). A fronte dell'evidente strumentalità della decisione, i giudici non concessero il legittimo impedimento al premier e fecero svolgere ugualmente l'udienza.
La scorsa estate i legali del premier si sono rivolti alla Corte Costituzionale, sollevando il conflitto di attribuzione, in quanto sostengono che il Tribunale non ha il diritto di interferire con le responsabilità politiche del governo. Ed oggi la Consulta afferma che l'appello è fondato e che quindi va discusso.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©