Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Verrà sollevato il problema davanti la Corte Costituzionale

Processo Mediatrade: Ghedini, "il processo è da annullare"


Processo Mediatrade: Ghedini, 'il processo è da annullare'
01/03/2010, 13:03

MILANO - Dopo che i giudici hanno respinto la richiesta, presentata oggi dai legali di SIlvio Berlusconi, di rinvio dell'udienza del processo Mediatrade per legittim impedimento, in quanto il premier era impegnato nel Consiglio dei Ministri, è scattata subito la reazione del Pdl. Se ne è fatto portavoce il difensore del premier, Avvocato Ghedini: "La decisione dei giudici è totalmente al di fuori del sistema, contrasta con la sentenza della Corte Costituzionale, con la Corte di Cassazione e con la normativa del codice. E' totalmente al di fuori di qualsiasi logica, perchè un Consiglio dei Ministri non è preventivabile di giorno in giorno, è un fattore eccezionale". E poi ha aggiunto: "La Corte Costituzionale non potra' che accogliere un eventuale conflitto di attribuzione tra poteri e annullare tutto il processo. Si va verso un sicuro annullamento". Quando poi i giornalisti gli hanno chiesto perchè il Consiglio dei Ministri sia stato spostato da venerdì a lunedì, l'avvocato ha risposto che "lo spostamento e' avvenuto per questioni eccezionali, collegate a situazioni politiche, quale la chiusura delle liste elettorali".
Cioè la situazione che è improvvisamente cambiata è che hanno scoperto solo il 24 febbraio scorso che la chiusura sarebbe avvenuta sabato 27 alle 12? E che per questo il 26 non potevano fare il Consiglio dei Ministri?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©